EDU LOBO & QUARTET

Giovedì 24 novembre

Bologna, Teatro Celebrazioni, ore 21:15

EDU LOBO & QUARTET

Edu Lobo, chitarra e voce; Mauro Senise, sassofoni; Cristóvão Bastos, pianoforte; Jorge Helder, contrabbasso; Jurim Moreira, batteria

Torna in Italia, dopo molti anni e in esclusiva nazionale, uno dei massimi cantautori brasiliani di sempre.

Edu Lobo è stato una sorta di big bang per la música popular brasileira: la prima grande affermazione del più rilevante genere della musica brasiliana del secondo Novecento fu “Arrastão”, canzone composta da Lobo assieme a Vinícius de Moraes e interpretata da Elis Regina: nel 1965 fu il singolo che infranse tutti i record di vendita della storia musicale brasiliana.

Nato a Rio de Janeiro nel 1943, avviato sin da giovane alla musica, sensibile alle influenze della cultura popolare, Edu Lobo esordisce come professionista nel 1961, formando un trio del quale fa parte anche il suo coetaneo Marcos Valle. L’anno dopo effettua le prime registrazioni: in questa prima fase della sua attività l’orizzonte estetico è quello della bossa nova. Nel 1965, con la vittoria del primo Festival de Música Popular Brasileira, diventa uno dei protagonisti assoluti della scena brasiliana. Dopo un paio di anni passati a Los Angeles, Lobo tornò in Brasile all’inizio degli anni Settanta, dedicandosi da allora soprattutto alla composizione (specialmente per il cinema, il teatro e la televisione).

Tra collaborazioni e interpretazioni delle sue canzoni da parte di artisti di fama internazionale, il nome di Lobo si è legato a quelli di  Sérgio Mendes, Antônio Carlos Jobim, Milton Nascimento, Maria Bethânia, Gilberto Gil, Gal Costa, Caetano Veloso, Chico Buarque, Mônica Salmaso, Sarah Vaughan, Toots Thielemans, Caterina Valente, gli Earth, Wind & Fire…

Nella sua discografia spiccano album come Edu & Tom (1981, con Jobim) e O grande circo místico (1983, con un cast di ospiti che sembra la nazionale brasiliana della MPB).


social networks:

Location

Media

0
Shares